Ricostruzione unghie: il gel

Questo è un veloce articolo che sto provando a scrivere e pubblicare dal cellulare…i miei solito esprimenti tecnologici XD

Quando parliamo di ricostruzione unghie abbiamo ormai capito che esistono diversi metodi (vi rimando all’articolo di spiegazione di qualche tempo fa..). Quello che più piace a me è sicuramente la semplice colata di gel. Al massimo l’allungamento con le cartine, se le voglio un po’ piú lunghe. È un metodo che vi consiglio perché risulta molto piú naturale delle tips e rinforza le unghie…almeno finchè non lo togliete! dopodiché o lo rifate subito o usate comunque smalti base indurenti perché è logico, anche il gel stressa le unghie e le indebolisce una volta tolto.
Quanto alla durata, beh dipende da quanto vi crescono le unghie; in media dura un paio di settimane e se fate un semplice french la ricrescita quasi non si vede! Inoltre il gel è anche comodo perché (soprattutto se sotto avete una base chiara) quando vi stufate potete mettere lo smalto che volete e togliersi con il semplice acetone!
Premesso che io da sola non sono in grado di farmelo, me lo faccio fare da una mia cara amica che ha seguito un corso.
Nella foro qui sotto: le unghie che le ho chiesto di farmi per natale. Un semplice french con un bel rosso natalizio super brillantinato ed un dettaglio in oro sul pollice e anulare.
20111229-104442.jpg

Qui invece le unghie molto raffinate ed eleganti che ha fatto ad una mia amica:

20111229-105638.jpg

La ricostruzione unghie è un’arte, non ci piove. Qui vi ho solo mostrato come possiamo avere delle unghie a posto, in ordine ed eleganti a lungo, perfette in ogni occasione ma senza essere troppo appariscenti 😄
Magari vi faró poi vedere altre idee sempre su questo genere!
A presto!

Annunci

NOTD: Terra e Mare

DSC02107 Oggi sono stata ispirata dai colori che vanno di moda ultimamente e dall’ultima lezione che ho avuto all’università… così è nata questa idea 🙂  Gli smalti che ho usato sono:

Pupa Lasting Color L298 – è il “classico” simil Chanel Nouvelle Vague, quel colore a metà tra l’azzurrino e il verdino

Layla Ceramic Effect n° 12 – questo invece è il classico simil Particulière sempre di Chanel, un marroncino con stupendi riflessi violacei

DSC02110 DSC02112

 

DSC02117 Da qui nasce l’idea di raffigurare il nostro pianeta con una maggioranza di acqua e poi la terra, rappresentata da una french volutamente irregolare, così com’è la superficie terrestre, con le sue irregolarità che la rendono unica. La terra è perfetta proprio perchè è imperfetta. I suoi mutamenti e le sue singolarità le permettono di ospitare la vita. Questo era il pensiero di Galileo in merito al “libro del mondo”.

Ok, si vede che sono in fase studio? XD In realtà l’unica utilità di questo post era farvi vedere gli ennesimi dupe di Chanel.

Alla prossima ragazze ^_^

Nail art: applicare lo smalto sulla French

Dopo una bella influenza (non del tutto smaltita) eccomi qui con un nuovo articolo sulla nail art ^^
Martedi sono andata a togliere le unghie con i decori natalizi perchè ormai erano fuoriluogo e ho optato per fare una classica french bianca.

Questo perchè ho proprio voglia di sbizzarrirmi con gli smalti colorati. Purtroppo ho un difetto: quello di stancarmi troppo facilemente. Quindi trovo inutile (anche per le mie tasche) fare qualcosa che poi non mi fa sentire a mio agio, per cui ho preferito fare una french molto semplice senza troppi ghirigori.
Per questa “puntata” ho deciso di proporvi il mio smalto Kiko “Rosso Vino MicroGlitter” che ho acquistato in negozio qualche mese fa e che sto usando spesso in questo periodo,perchè è un colore davvero bello e perchè io adoro le tonalità scure.

Molte di voi penseranno che non si può applicare un comune smalto su una french fatta dall’estetista, col gel. Invece è sbagliatissimo..!!!Applicare lo smalto non comporta alcuna conseguenza sul prodotto applicato in precedenza. Non ci sono rischi di rovinare la french originale e lo smalto lo si può togliere con un comune acetone (ma ricordatevi: non tutti i solventi vanno bene!!Nel caso vi rimando all’articolo che ho postato qualche tempo fa a proposito dei solventi per unghie).

Ora rimuovo lo smalto messo sull’unghia del mignolo e come potete vedere non è cambiato proprio nulla ^^


Per togliere magari lo smalto in eccesso potete usare una penna/solvente di precisione della linea Essence che vi consente di passare intorno all’unghia senza intaccare il resto dello smalto applicato.Oppure io ho trovato un Polish Remover fatto a smalto,molto carino..!

Detto questo vi saluto e…. Alla prossima ^^

Nail Care: facciamo attenzione alle unghie ^^

Le unghie sono molto importanti per la bellezza delle nostre mani quindi è necessario prendersene cura e non trascurarle.
Io sono fissata con le mani,in una persona noto subito quello perchè dicono molto di chi ti sta davanti.
Purtroppo spesso siamo noi stessi i nemici numero 1 delle nostre unghie,perchè in molti hanno il tremendo vizio di mangiarle (patologia definita Onicofagia). Invece io sono originale,non divoro le unghie ma bensi le pellicine,ma per quello farò un altro articolo più avanti ^^
Vi starete quindi chiedendo che prodotti potete utilizzare per la cura delle unghie rovinate.
Ebbene,ho qui sotto mano una fotocopia che mi è stata data tempo fa quando ho fatto un corso di make-up (tenuto dalla bravissima Sonia Piacentini) e si parla di prodotti a base di fitocomplessi vegetali che permettono di curare le unghie in maniera non aggressiva,molto dolce e soprattutto naturale.
Anche gli smalti di ultima generazione contengono molti preparati rinforzanti: cere, propoli, aminoacidi essenziali, idrolizzati vegetali. Nella scelta dello smalto si dovrebbero prediligere quelli contenenti questi prodotti.
Per la cura quotidiana di unghie secche e poco elastiche che tendonono a spezzarsi, si dovrebbe usare un emolliente contenente olio di avocado, estratto di noce e lecitina di soia.
In commercio ci sono anche prodotti che, oltre ad invigorire l’unghia stessa, ne attivano la crescita: sono a base di polipeptidi di mais, estensiva (è una proteina vegetale) e olii essenziali purissimi.
Ma veniamo all’argomento che sicuramente interessa a tutte: cosa usare per rimuovere lo smalto?
In genere, per togliere ogni traccia di smalto, tutte noi imbeviamo un batuffolo di cotone con l’acetone, una passata sulle unghie e via. Ma non tutti i solventi sono ok. Per esempio io mi sento di sconsigliare questo:

Sarebbe un semplice acetone a base di mandorla che non dovrebbe essere aggressivo.. Bugia! Mi ha persino rovinato le punta delle dita perchè è molto aggressivo e l’ho comprato al Supermercato. Decisamente bocciato. Bisogna leggere ACCURATAMENTE l’etichetta,perché spesso tra le sostanze usate per comporre il solvente figura il metanolo, dannoso per la salute e per l’ambiente. Facendo una ricerca è possibile trovare prodotti a base di acqua, che non indeboliscono le unghie e non le opacizzano, effetto indesiderato dell’uso continuativo dell’acetone.
Al posto dei solventi chimici ne esistono in commercio a base di olio di menta crespa che, non esercitando un’azione aggressiva nei confronti dell’unghia, svolge una profonda azione di pulizia.
Molto valido è il solvente per unghie di questa marca:

Alla prossima ^^

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: